manifestazione manifestazione 2
| di
| Categoria: Comunicati

Zes e trasversalità Tirreno-Adriatica, imprese e sindacati scrivono a Provenzano

Anche la Uil Abruzzo sottoscrive la lettera al ministro per il Sud: "Si faccia subito"

Anche Uil Abruzzo ha sottoscritto la lettera inviata il 30 maggio 2020 al ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, e firmata anche da Sindacati ed associazioni di categoria abruzzesi scrivono al ministro Provenzano: "Approvare subito la Zes"
Agci, Casartigiani, Cia, Claai, Cna, Confapi, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Confindustria, Legacoop, Cgil, Cisl e Ugl.

Ecco il testo:

Signor Ministro,

è nostra premura segnalare alla Sua attenzione il fatto che da diversi anni le associazioni datoriali e le organizzazioni sindacali firmatarie della presente nota puntano al rilancio della strategia sulle reti trans-europee di trasporti, a partire dal corridoio “Ten-t” che riguarda l’Abruzzo, ed all’effettivo avvio della Zona Economica Speciale nella nostra regione.

Oggi più che mai tali strategie si rendono necessarie, in una fase storica in cui si stanno ridefinendo a livello europeo i sistemi viari e infrastrutturali che introdurranno anche l’Italia nel futuro.

In tale ottica il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, in varie occasioni si è dichiarato favorevole all’immediato avvio della ZES ed al completamento di una trasversalità est-ovest pur sotto l’egida dell’Autorità Portuale di Ancona. Visione riportata anche nel Documento di economia e finanza regionale e nel recente accordo sottoscritto con il presidente dell’Autorità di Sistema portuale del mare Adriatico Centrale che punta a riconoscere come esclusivo corridoio trasversale del Centro Italia quello corrente tra Civitavecchia–Ortona.

Va aggiunto che, relativamente alla ZES, anche il Porto di Vasto - benché classificato come “regionale” - ha in programma un intervento infrastrutturale di 12 milioni di euro di cui tuttavia, ad oggi, non si hanno notizie certe su tempi di avvio e chiusura dei lavori. A questi investimenti si aggiungono altri 15 milioni di euro di fondi previsti dal Gruppo Ferrovie per portare il binario fino alla banchina di levante, che sarà ampliata dagli attuali 60 a 85 metri.

Anche alla luce dei tempi stretti dettati dall’agenda europea, ora più che mai è necessario un colpo di acceleratore per arrivare a un traguardo importante, per il quale si è lavorato a lungo. Un traguardo che soprattutto nel post emergenza Covid potrebbe contribuire al rilancio economico della nostra regione, oltre che a porre le basi per uno sviluppo delle aree interne della nostra regione.

Le reti Ten-T, la Trasversalità Est-Ovest e la Zona Economica Speciale saranno quindi elementi indispensabili per il potenziamento delle infrastrutture portuali, ferroviarie e viarie, e rappresentano il vero progetto strategico della Regione per garantire lavoro e sviluppo per i prossimi anni.

Alla luce di quanto sopra esposto veniamo a chiederle il Suo massimo impegno per l’approvazione e il definitivo avvio della Zona Economica Speciale per l’Abruzzo nei tempi più brevi possibili.

Nel confidare in un Suo pronto e fattivo intervento per l’avvio dello strumento ZES, porgiamo i nostri migliori saluti.
 

Pescara, 30 Maggio 2020
 

Lettera al ministro Provenzano


 

Potrebbe interessarti: https://www.ilpescara.it/economia/sindacati-associazioni-categoria-ministr

UIL Abruzzo

Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK